Com’è nata la vostra attività?

La DI EMME BI è nata a San Giuliano Milanese nel 1961 da tre cofondatori, dei quali attualmente rimane come titolare il sig. Francesco Brugnano. Inizialmente si lavorava solo come fornitura di materiale e manodopera, soprattutto per importanti cantieri di Milano (es: l’attuale Istituto Ortopedico Gaetano Pini, l’Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico, l’Ospedale San Giuseppe, lo stabilimento Alfa Romeo di Arese, l’Ospedale di San Donato. Pochi esempi per una grande quantità di lavori importanti). La DI EMME BI ha portato avanti col tempo scelte imprenditoriali precise per poter arrivare a traguardi ambiziosi, vedendo nascere e cambiare per 55 anni il mondo dei rivestimenti e dell’ arredobagno, puntando sempre alla ricercatezza, alla qualità e alla funzionalità. Negli anni l’attività si è sviluppata anche nel campo idrosanitario con attenzione all’assistenza termotecnica, ampliando lo showroom con personale qualificato, potendo assistere i clienti dall’inizio: dalla fase di progettazione alla scelta dei singoli elementi.

Parliamo di ristrutturazione edile, quali sono le tecniche che conviene seguire per ristrutturare casa? Ci puoi fare qualche esempio?

Quando si affronta una ristrutturazione il consiglio che diamo ai nostri clienti è quello di partire da una planimetria della situazione attuale della quale verranno successivamente verificate le misure. Questo consiglio serve per permettere di suggerire al cliente quali soluzioni adottare per rendere più funzionali e piacevoli gli spazi, oltre che poter consigliare le imprese da contattare, i modi per poter usufruire delle agevolazioni fiscali e i materiali e complementi da scegliere. Affidarsi a chi ha esperienza a 360° e conoscenza nell’ambito delle ristrutturazioni significa avere la possibilità di avere un unico referente che consiglia o meno a chi rivolgersi anche per l’eventuale progettazione e la manodopera. Un aspetto che riteniamo molto importante è poter avere un quadro d’insieme (anche e soprattutto dei rivestimenti e degli arredi) in fase preliminare, ancora prima di fissare la data dei lavori. E’ per tutti questi motivi che suggeriamo di fissare un appuntamento in showroom, in modo da poter dedicare il tempo necessario alla consulenza personalizzata.

Leggi tutto l’articolo su ProntoPro!